Alla ricerca del comfort? Ecco come impostare il termostato della caldaia

in
Alla ricerca del comfort? Ecco come impostare il termostato della caldaia

Temperatura ideale in casa: ecco come impostare il termostato della caldaia

Ti sei mai chiesto quale sia la temperatura ideale per la tua casa e come ottenerla?

Sappi che in primis è importante sapere come impostare il termostato della caldaia: si tratta, infatti, di un elemento fondamentale al fine di ottenere la temperatura desiderata.

Per fortuna è uno strumento dal facile utilizzo, basta solo avere qualche accortezza.

Tutti i modelli dispongono di un pannello di controllo che si trova sulla parte frontale; tuttavia, solo i più evoluti possono anche essere controllati tramite app da gestire attraverso i dispositivi mobili.

Attualmente, quasi tutte le caldaie dispongono di termostato e cronotermostato da installare all’interno dell’abitazione. Grazie a questi dispositivi, sarà possibile regolare la temperatura interna senza uscire dall’abitazione, anche nel caso in cui l’impianto sia installato all’esterno.

A differenza del passato, quando il termostato era un semplice pulsante di accensione e spegnimento, il mercato ci propone oggi molteplici soluzioni. Oggi disponiamo di cronotermostati che, attraverso un display digitale, permettono anche di regolare l’accensione dell’impianto.

È importante sapere, tra l’altro, che installare un cronotermostato è obbligatorio per legge (DPR 412/93-D.Lgs 46/90) e i modelli che dispongono di timer centralizzato, in grado di regolare la temperatura automaticamente quando si abbassa e spegnendosi quando arriva al calore massimo, consentono di ottenere un risparmio energetico fino al 30% rispetto ai consumi di un vecchio impianto.

Perché è importante capire come impostare il termostato della caldaia?

Il comfort termico dell’abitazione dipendente soprattutto dalla corretta impostazione della temperatura della caldaia, responsabile anche dell’acqua calda sanitaria.

Spesso si pensa che impostare una temperatura più elevata possa aumentare il comfort domestico: niente di più sbagliato. Una temperatura eccessiva è controproducente perché non permette il controllo dei consumi e, di conseguenza, fa impennare la bolletta.

Inoltre, si ottiene un clima in casa non ottimale e l’acqua calda rischia di essere bollente provocando scottature.

Temperatura ideale in casa? Ecco quali sono i valori consigliati

Mantenere una temperatura ideale in casa assicura benefici sia agli ambienti della casa che alla salute e garantisce risparmi in bolletta.

Ecco qualche piccolo suggerimento per garantire la temperatura ideale in casa:

  • la temperatura dell’acqua calda sanitaria è consigliata intorno ai 45 °C. Questo soprattutto per evitare il rischio di scottature in caso di temperatura maggiore. Nel caso in cui la temperatura fosse più bassa, l’unico inconveniente sarebbe quello di lavarsi con una temperatura poco ottimale.
  • la temperatura del riscaldamento va impostata tra i 60 e i 70 °C in caso di impianti tradizionali, e tra i 25° e i 30°C se il riscaldamento è a pavimento. Il consumo energetico se l’impianto è a terra è quindi inferiore e lo è ancora di più se la caldaia è a condensazione.

Anche la normativa (DPR 412/1993 modificato dal DPR 551/99) stabilisce la temperatura massima di riscaldamento, fissando la soglia sui 20 gradi. Tuttavia, ci sono due gradi di tolleranza per abitazioni, uffici, scuole e negozi. È bene sapere che, ogni grado in meno, consente di risparmiare tra il 5 e il 10% sul consumo del combustibile.

Ora che sai come impostare il termostato della caldaia, vuoi passare a un modello più efficiente per iniziare a risparmiare? Domus Caldaie Ferroli può fornirti assistenza e consulenza per la scelta di un nuovo modello a condensazione, che potrai acquistare approfittando degli incentivi fiscali previsti dall’Ecobonus.

Contattaci subito: i nostri operatori sono a tua disposizione 7 giorni su 7 per fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.